Carta per musica, di Enzo Siciliano – Recensione

Titolo: Carta per musica. Diario di una passione, da Mozart a Philip Glass
Autore: Enzo Siciliano
Editore: Mondadori
Numero di pagine: 282
Prezzo: 7,80 €
Supporto: Cartaceo

Trama (dal sito dell’editore):

Dopo la biografia del 1976 dedicata a Giacomo Puccini, Enzo Sicliano torna con un altro libro ispirato alla musica alla sua passione giovanile, a quello che da ragazzo, per gli studi di pianoforte e canto, sembrava essere il suo destino. Questo volume raccoglie una serie di note più o meno brevi pubblicate su varie testate: una sorta di diario di “ascolti” dedicati ai grandi protagonisti della musica contemporanea così come ai classici immortali. Un’opera a metà tra il saggio e il racconto che contiene, tra l’altro, una serie di ritratti, dalla Callas a Muti, da Abbado a Toscanini. “Carta per musica” è dunque la storia di una vocazione, quella per le sette note, soppiantata da un’altra vocazione, quella del narratore, ma non dimenticata.

Recensione:

Se vi piacciono i libri che recensiscono ascolti di musica classica, lirica e contemporanea, e che tratteggiano ritratti biografici di alcuni tra i più grandi compositori, direttori d’orchestra, musicisti e cantanti lirici del secolo scorso, questo è il testo che fa per voi.
Scritto in modo assolutamente magistrale, grazie al sapiente accostamento di recensioni e memorie varie, tra cui “Storiella di un prepared piano” dove, parlando di un ascolto di musica contemporanea, l’autore tratta anche del pianoforte preparato, un’idea geniale del compositore americano John Cage (si tratta di un pianoforte a coda come tutti gli altri che però subisce la cosiddetta “preparazione” che consiste nel mettere non solo sopra le corde, ma addirittura tra le corde stesse, oggetti vari – come bulloni, gomme varie, e quant’altro – atti a modificarne il suono. In partitura, il compositore indica sempre che cosa mettere in modo che salti fuori il risultato desiderato).
Questo è un libro che mette da parte i tecnicismi propri degli addetti ai lavori e cattura il lettore conquistandolo all’istante proprio perché fa capire il fascino eterno della musica. “Carta per musica” è un libro che resta sempre una grandissima emozione a ogni rilettura, perché mi permette di rinnovare la mia immensa passione per quest’arte che ha espressioni così varie.
Abbiamo a che fare con una fantastica prova di uno dei più grandi scrittori italiani, venuto a mancare nel 2006, e sono convinto che sarebbe contento di vedere che uno dei suoi libri è stato così apprezzato. Mi ha colpito sin da subito.
Per cui, coraggio! Lasciatevi andare e acquistate immediatamente questo libro, anche perché – credetemi – ne vale assolutamente la pena. Buona lettura!

Voto: 5Stellina-nuova1

timbro1

 

La recensione che avete letto è opera di IloveKaori.


 

2 thoughts on “Carta per musica, di Enzo Siciliano – Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *