Vento di ricordi – Poesia vincitrice del 3° Contest poetico
Altri universi Approfondimenti Community life È scrivere I contest di È scrivere Poesia
redazione
luglio 4, 2014
3
campo concentramento
Potrà il vento dei ricordi
risvegliare l’antica memoria
perché non siano mai persi
i crudeli sorrisi di morte,
di coloro che per la vacuità
ogni giorno alzavano bandiera.

Non sarà un vento di pace
a coprire l’orrore dei fatti,
gli infiniti sguardi spezzati
dei figli di sole e di luna*
la cui gioia nata dal bene
fu coperta dall’odio di un folle.

Non potrà il vento celare
le alte montagne di corpi
e i tanti sogni interrotti
che non troveranno più luce
per un passato sporco di sangue
di un uomo che più non lo era.** (altro…)

Leggi il resto
Il paradiso secondo Cripple – Racconto vincitore del Lab di giugno 2014
Altri universi Approfondimenti Community life È scrivere Lab di È scrivere Racconti
redazione
luglio 2, 2014
4
Immagine di Elodie MarnotImmagine di Elodie Marnot
«Un uomo, nella vita, ha due scelte» diceva lo sceriffo, Bill Cripple Swans.
«Può starsene buono sulla strada che ha tracciato suo padre, e ritrovarsi tale e quale a lui, nella stessa merda. Oppure, se ha abbastanza fegato, può alzare i tacchi e fare la sua storia, per ritrovarsi comunque nella merda. Ma…»
A quel punto Cripple si prendeva una pausa, ingollava il fondo di acquavite lasciando colare le gocce tra la barba bianca e fissava chi gli stava di fronte.
«Ma non si azzardi a cambiare una volta che ha deciso! Finirà morto ammazzato. Se lo prenderà la polvere.»
Di fronte a lui c’era Virgil, il figlio del dottore. Con i numeri andava forte e aveva deciso di fare il contabile. Cripple vedeva bene che quel timido ragazzo non avrebbe mai sparato un colpo. (altro…)
Leggi il resto
Interrotto – Racconto vincitore del Contest primaverile
Altri universi Approfondimenti Autori esordienti Community life È scrivere I contest di È scrivere News Racconti
redazione
giugno 18, 2014
6
Immagine di: nuzrath nuzreeImmagine di: nuzrath nuzree
Tiziano apre la finestra e viene subito investito da un’esplosione di gelsomini in fiore. Rimane stordito qualche minuto; fissa la siepe che recinge il suo giardino, puntellata di fiori bianchi. Appoggiato coi gomiti sul davanzale, si passa una mano sulla testa canuta e la strofina un paio di volte, prima di raddrizzarsi con gli occhi spenti e sussurrare solitario “Ciao bello”. Lascia i vetri aperti e scende dabbasso, nella penombra delle scale.
La casa sembra immersa nel sonno, vecchi mobili di campagna, scuri con pochi soprammobili, qualche foto: la sua Rita sorridente che abbraccia Ettore ancora cucciolo. La pendola, sull’antica madia, ticchetta e insegue il tempo con il suo lento oscillare. Nell’angolo la cuccia vuota, con una copertina semidistrutta. Tiziano si trascina in cucina con poca energia e prende la moka, la svita lentamente, mette l’acqua nel serbatoio, il caffè nel filtro e, ricomposta la macchinetta, la posa sulla fiamma bassa. Con gesto meccanico toglie la polvere di caffè con lo straccio di Rita e un’eco si accende nella sua testa: “Dai, su, l’ho messo ora pulito, prendi la spugnetta”. (altro…)
Leggi il resto
Altrisogni presenta: Ore nere – Recensione
Altri universi Approfondimenti Autori esordienti Doppia recensione È scrivere Ebook Editoria free News Racconti Recensioni Recensioni libri
redazione
giugno 13, 2014
21
Logo_AltrisogniPresenta_150x190
Titolo: Ore Nere
Anno: 2014
Editore: dbooks
A cura di Christian Antonini e Vito Di Domenico, rivista Altrisogni
Formato: ebook
Prezzo: €2.90

Presentazione dell’antologia (dal sito dello store online):
Molte cose possono accadere durante le ore nere: i morti camminano, i demoni percorrono la Terra, le peggiori minacce si tingono di sangue e l’impossibile irrompe nel quotidiano. In Altrisogni presenta: Ore nere troverete otto frammenti di buio, otto rintocchi inquietanti, uno per ciascuna delle ore più oscure della notte, dal tramonto del sole fino al sorgere di un nuovo giorno. Ecco cosa vi aspetta tra queste pagine: frammenti di materia di cui sono fatti gli incubi, selezionati e curati per voi dalla redazione di Altrisogni – Rivista digitale di horror, sci-fi e weird. Tra le opere presentate spicca il racconto vincitore del Premio Speciale Altrisogni e finalista del Premio Letterario “F. M. Crawford”: Il quadro, di Yuri Abietti. Eterogenee per temi, contenuti e stili di scrittura, le otto opere selezionate sono l’efficace risultato di un attento lavoro di scrittura e revisione, e sono firmate da alcune delle penne più interessanti della nuova narrativa di genere italiana. (altro…)

Leggi il resto
Guerriero – Racconto commemorativo
Approfondimenti È scrivere Racconti Racconti commemorativi
redazione
giugno 7, 2014
2
Edward Morgan Forster

Ero molto preoccupato.
Stavo per raggiungere la biblioteca del Maestro con l’idea fissa della lettera da poco ricevuta. Sapevo che c’erano stati preoccupanti problemi di salute, ma la convocazione urgente e il tono usato mi facevano presagire il peggio. Bussai e quella che sentii fu una voce flebile, leggera, quasi lontana.
Ho sempre amato quella stanza. I testi erano perfettamente allineati in quella immensa libreria che occupava tutte le pareti, interrotta solamente dalle ampie finestre, le cui tende leggere facevano entrare la luce del giorno. Il mobilio si componeva di una massiccia scrivania in legno antico, un tavolino con sedie e un bel divano di velluto marrone a strisce, sopra un tappeto rosso vivo. Negli angoli risplendevano quattro bellissime piantane che donavano alla stanza una calda luce nelle ore notturne. (altro…)

Leggi il resto
Secondo contest poetico: Tu – poesia vincitrice
Altri universi Community life È scrivere I contest di È scrivere Poesia
redazione
giugno 1, 2014
7
Immagine di Ian L

Immagine di Ian L

Tu

Ho impronte digitali
sul cuore. Le tue.
Sulla pelle l’orma
del tuo sudore.
Se ci sei, mi avvolgi
come un vecchio pigiama
odoroso di buono e di mio.
E volo.
Se non ci sei,
mi arrampico.
E bevo dalla tazzina
vuota del tuo caffè.

(altro…)

Leggi il resto
I Sette Colori – Racconto vincitore del Lab di Maggio 2014
Approfondimenti Community life È scrivere Lab di È scrivere Racconti
redazione
maggio 28, 2014
7
Immagine di Barb Ver SluisImmagine di Barb Ver Sluis
Quando esplose la Tavolozza dei Sogni, nel mondo degli uomini dilagarono i Colori.
Piombarono sulla Terra come spruzzi di vernice che ravvivano una tela grigia, portandovi un miscuglio caotico di tinte vivaci.
«Ma che grigiore! In che luogo siamo capitati?» chiese Verde cercando di venire fuori dal cespuglio nel quale era atterrato.
Rosso guardò con attenzione i piccoli frutti che vi crescevano, simili a cuoricini punteggiati di semi. Ne colse uno e se lo mise in bocca impiastricciandosi dita e labbra con il suo dolce succo.
«Sarà anche grigio, ma a me questo mondo piace!» Ne mangiò un altro. «Squisiti! Ecco, così saranno anche più invitanti!»
Sfiorando i frutti uno a uno, vi lasciò piccole macchie della sua tonalità che presero ad allargarsi fino a farli diventare di un bel rosso acceso.
Verde si protese dal cespuglio e per dispetto gettò qualche spruzzo del suo colore sull’opera dell’amico. I semini spiccarono di una tinta tenue. (altro…)
Leggi il resto
Recensione doppia: Arrivo a Trainville (Trainville, vol. 1), di Alain Voudì
Doppia recensione Ebook Libri Racconti Recensioni Recensioni libri Recensioni racconti Romanzi
redazione
maggio 26, 2014
5
Trainville1
Titolo: Arrivo a Trainville (Trainville, vol. 1)
Autore: Alain Voudì
Editore: Delos Books
Pagine: 51
Prezzo: 0,99 €
Formato: ebook

 

Trama (dal comunicato stampa): La saga di Trainville si svolge nell’ultimo decennio del XIX secolo in una versione alternativa degli Stati Uniti, in cui la Guerra di Secessione non è mai scoppiata e le industrie dell’Est sono alimentate, in luogo del carbone, dalla sabbia radioattiva che i Navajo estraggono dal gigantesco cratere di Hell’s Hollow, nel deserto dell’Arizona. Protagonista della saga è Joanna, una bimba bianca che gli indiani hanno trovato in fin di vita nel bel mezzo dello Hollow.

Joanna non ricorda nulla di sé a parte il nome, né sa spiegare come sia arrivata, da sola, al centro di una delle località più letali del mondo. L’unica memoria che conserva del proprio passato sono gli incubi di morte che la perseguitano.

In questo primo episodio seguiremo la piccola Joanna dal momento del suo ritrovamento fino a quando verrà affidata dagli indiani al mercante bianco che acquista la loro sabbia: mister James T. Pennyworth, residente a Trainville, uno degli smisurati convogli che corrono lungo la Circle, la grande ferrovia transcontinentale che avvolge, come un anello, tutti gli States. Con l’aiuto di mister Pennyworth, Joanna inizierà a ricostruire la propria storia, e forse a trovare il proprio posto nel mondo.

La storia di Joanna a Trainville proseguirà nei quattro episodi successivi, che compongono un unico lungo arco narrativo e saranno pubblicati, sempre a cura di Delos Digital, a martedì alterni a partire dal 27 maggio 2014. La saga di Trainville prevede un secondo arco narrativo, attualmente in lavorazione.

 

(altro…)

Leggi il resto
Stelle salenti – Racconto commemorativo
Altri universi Approfondimenti Community life È scrivere Eventi Racconti Racconti commemorativi
Visionnaire
maggio 19, 2014
14
0

«Tu non porterai mia figlia da nessuna parte, chiaro?» disse Zijo sbattendo i pugni sul tavolo.
Sua moglie, intanto, teneva lo sguardo abbassato e le mani tra i capelli.
«Da nessuna parte!» ripeté l’uomo con fare minaccioso.
«Io capisco la sua rabbia, ma dicono che sono un Četnici, un serbo-croato traditore! Mi ammazzeranno.» gli rispose Bosko.

Il ragazzo era davvero nei guai, ed era tutta colpa mia. Si era trasferito nella zona musulmana per Admira e l’aveva sposata, ma i matrimoni misti non erano adatti ai tempi che stavamo vivendo. Come se non bastasse, qualche giorno prima, uno dei miei uomini aveva deciso di fuggire con un paio di piani segreti dell’esercito. Avevano dato subito la colpa a Bosko, non aspettavano altro. “È stato il Četnici”, avevano detto.
Bosko non voleva arruolarsi e in guerra questo è tradimento. “Non sparerò ai miei amici”, disse loro. Non era difficile travisare il senso di quella frase. Quando gli offrii una pistola per difendersi lui la rifiutò, dicendomi che l’ultima arma della sua vita l’aveva presa in mano durante la leva.
Io l’avevo messo nei guai e io l’avrei tirato fuori. Glielo dovevo.
(altro…)

Leggi il resto
Minuetto – Racconto Commemorativo
Altri universi Approfondimenti Community life È scrivere I contest di È scrivere Musica News Racconti Racconti commemorativi
redazione
maggio 12, 2014
4
mia_martini_7

Ispirato alla canzone “Minuetto” di Mia Martini

Il cuore mi accelera in petto. Può essere un capello bianco? No. Mi allontano di un passo dallo specchio, rifiutando di controllare. Esamino l’immagine riflessa dalla vita in su, la donna priva di sorriso che mi guarda è bella da far male.
Allora perché? Perché? Mi riavvicino e appoggio le mani sul lavabo, il freddo del marmo mi arriva fino ai gomiti. Affondo nei miei occhi verdi e leggo la domanda, sempre quella, che li rende scuri, dolenti. Lui verrà? Poi un’improvvisa rabbia mi prende e spalanco l’armadietto dei trucchi cercando il latte detergente, lo passo maldestramente sul viso, poi mi spoglio e mi fiondo in doccia. Meno di cinque minuti e sono a letto, non sono ancora le dieci di sera e, testarda, mi rifiuto di piangere. (altro…)

Leggi il resto