Il ragazzo ombra, di Laura Costantini – Recensione

Titolo: Il ragazzo ombra (Diario vittoriamo, vol. 1)

Autore: Laura Costantini

Editore: goWare (collana Historia)

Pagine: 228

Prezzo: 12,99 € (cartaceo), 4,99 € (ebook)

 

Trama (dalla descrizione sul sito dell’editore):

Robert Stuart Moncliff è un romanziere e un ritrattista affermato. Nell’autunno del 1901 chiuso nel castello di famiglia, su una scogliera scozzese, rilegge il diario degli ultimi vent’anni. Un’assenza pesa su di lui: la persona più importante della sua vita. Un tredicenne dagli incredibili occhi d’oro apparso come un’ombra, sotto la luna piena nell’aprile del 1881. Nella lettura Robert rivive la gioia passata, unica cura per superare il giudizio della società vittoriana che ora lo condanna. Il ragazzo ombra è il primo episodio della serie Diario vittoriano.

Recensione:

Non recensisco un libro da quasi due anni, avevo perso la voglia di farlo, perfino quella di leggere per puro piacere, non per lavoro. Il ragazzo ombra, di Laura Costantini, è riuscito a farmela tornare; non solo, è riuscito anche a tenermi incollata alle pagine fino a tarda notte, per due giorni, fino a quando non sono arrivata alla fine del libro. Dopo questa introduzione molto personale, passiamo a una recensione più seria.

Il ragazzo ombra è il primo volume di Diario vittoriano. Il secondo volume è previsto per dicembre.

Il libro si svolge su due piani temporali, ma su tre narrativi: dal punto di vista temporale abbiamo gli eventi del 1901 e quelli del 1881. Dal punto di vista narrativo abbiamo però tre rappresentazioni grafiche: un corsivo fitto per la storia narrata nel 1901, un corsivo largo per le citazioni dal diario di Robert e un font standard per la storia narrata nel 1881. Sarò sincera, durante i primi capitoli ho avuto difficoltà a ricordare subito queste distinzioni, mi confondevano e mi infastidivano, tanto che per un paio di giorni ho messo da parte il libro. Dovendolo però recensire, ho ripreso in mano il testo e da allora non l’ho più mollato.  Lo stile molto curato, pulito, ricco e scorrevole dell’autrice è in grado di catturare il lettore a tal punto da non badare più alla distinzione fra le varie grafie, ma solo alla storia, ai personaggi, alla prosa stessa.

È un libro che consiglio di leggere a tutti, non solo agli amanti degli storici o delle storie sentimentali. Il ragazzo ombra ha quel qualcosa in più che si cerca in un libro: ha uno stile impeccabile, descrizioni che sono fotogrammi veri e propri di luoghi e persone, emozioni forti che ti costringono a volte a non voler immaginare ciò che ci viene raccontato, come le crudeltà subite da Kiran, mai descritte esplicitamente, mai sbattute in faccia al lettore, ma accennate con tale bravura da lasciare che sia il lettore stesso a intuire il male fra le righe. E come il male, anche l’amore. Un amore che non è sesso, che non è carne né passione. Qualcosa di più forte dell’amicizia, ancora troppo giovane, puro e profondo. Qualcosa che suscita nel lettore tenerezza.

Kiran e Robert, i protagonisti della storia, sono dei personaggi a tutto tondo, di uno spessore raro da trovare. Ma è su Alvena, l’educatrice di Robert e la donna vicina a suo padre William, che vorrei soffermarmi un attimo.

Alvena, secondo me, ha un ruolo fondamentale in questo romanzo. È la “mamma” che resta in secondo piano, non impone le sue scelte, ascolta e consiglia nel modo giusto, senza mai pretendere che gli altri facciano come dice lei. Non ne ha il diritto, tra l’altro, essendo solo una persona al servizio della famiglia Montcliff. Eppure ogni sua parola ha un peso, ogni volta che lei dice qualcosa, la storia cambia, si sviluppa. È lei il collante di tutto il romanzo, secondo me. Ed è un personaggio che mi è piaciuto molto.

Kiran e Robert, però, li ho adorati.

Pur avendo espresso il mio fastidio iniziale dovuto alla scelta grafica per rappresentare i tre piani narrativi, proprio non me la sento di dare meno di 4,5 stelline. Complimenti all’autrice.

Voto:

Questa recensione è opera di Silver

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *