Come un’alluvione, di Alexis Hall – Recensione

41vm05c-clTitolo: Come un’alluvione
Autore: Alexis Hall
Formato: ebook (2,90 euro).
Lunghezza stampa: 98 pag.
Editore: Triskell Edizioni
Genere: romance

Quarta di copertina (dal sito dell’editore):

La gente va e viene.

Sono passati dodici anni da quando Edwin Tully è arrivato a Oxford e si è innamorato di Marius. Un uomo brillante. Un artista. Qualcuno con cui condividere il resto della vita.
Ma dieci anni più tardi, la loro storia è giunta al capolinea.
Ora Edwin vive da solo nella casa che un tempo aveva diviso col suo partner. Si occupa di dare nuova vita a vecchi libri e memorie sbiadite, cercando di costruire un futuro coi frammenti del passato.
Ma a un tratto il tempo cambia, e il fiume irrompe nel tranquillo mondo di Edwin, portando con sé Adam Dacre, dell’Agenzia per l’ambiente. Questo sconosciuto dalle mani ruvide e con ai piedi un paio di stivali consunti è un alquanto improbabile cavaliere dalla scintillante armatura, ma lascia intravedere a Edwin la speranza di qualcosa che credeva perduto per sempre.
E quando i due impareranno a conoscersi, lottando contro l’imminente inondazione, Edwin scoprirà che non è possibile proteggersi da ogni cosa… e che a volte non vale nemmeno la pena tentare.

Recensione:

Sono stata subito attratta dalla bellissima cover, molto delicata, dai toni pastello. E devo dire che ben rende l’atmosfera del racconto. Si tratta di una novella diversa dal solito, pur appartenente al genere romance. Elegante, dolce, da scoprire pian piano e dal ritmo lento. Gli avvenimenti che si susseguono non sono molti, il climax è pacato, i personaggi si delineano poco per volta, insieme alle loro paure, alle incertezze e alle passioni.

Pochi personaggi, pochi eventi, ma un bel libro. Il protagonista è originale, fuori dal comune, insicuro, balbetta un po’, sceglie con calma le frasi, ragiona sull’etimologia delle parole.

Ho trovato un po’ complicata la parte sugli indovinelli, avrei voluto che fosse spiegata meglio. C’è anche qualche ripetizione (a volte nella stessa frase), ma resta un buon libro con cui passare del tempo piacevole.

Consigliato a chi cerca un romance diverso dal solito, più intimo e profondo.

Dal romanzo:

Era la storia della mia vita: restare ai margini delle cose e preoccuparmi, quando invece non avrei dovuto far altro che affrontarle e lasciarmele alle spalle.

Voto: 

timbro1

rp_pMQP7KHWHAV1H.jpg

Recensione a cura di Luna.

3 thoughts on “Come un’alluvione, di Alexis Hall – Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *