Recensione: La bambina della pioggia, di Diego Di Dio

la bambina della pioggia su escrivere.com

Titolo: La bambina della pioggia

Autore: Diego Di Dio

Editore: Delos Digital

Pagine: 38

Prezzo: 1,99 € (ebook)

 

Trama (dal sito dell’editore): L’assassinio di Mauro Coppola, spietato signore della prostituzione, potrebbe scatenare una faida tra napoletani e africani. Castel Volturno è sull’orlo di una guerra civile, nessuno sembra volerla evitare. Per riuscirci il commissario Giuliani dovrà trovare le vere ragioni di un omicidio scavando in un passato triste e dimenticato che nasconde una bambina e la sua storia: la bambina della pioggia.

Recensione: La bambina della pioggia è un racconto di poche pagine che si legge velocemente e, una volta giunti alla fine, lascia con un bel senso di soddisfazione. In realtà, quando mi ritrovo a leggere racconti, il mio timore più grande è che non siano completi, che una o più parti della storia soffrano della brevità del testo o che addirittura (e capita spesso) uno o più personaggi vengano accennati solo superficialmente per poi sparire senza lasciare traccia. Non è questo il caso de La bambina della pioggia, un racconto a tutto tondo, molto ben sviluppato e con un intreccio che spinge il lettore a volerne sapere di più. Anche i personaggi presenti trovano il loro posto nella storia, senza lasciare aperte alcune domande.

Lo stile dell’autore è molto curato e il testo pulito. Molto ben riuscite le battute in dialetto che rendono più reali i personaggi.

Avrei da fare solo due appunti. Il primo è che sulla copertina si legge “thriller” ed è quindi quello che ci si aspetta di trovare all’interno. A mio parere, però, si tratta più che altro di un classico racconto giallo, un poliziesco per intenderci. La dicitura sulla cover porta il lettore ad aspettarsi altro e quindi potrebbe deludere le aspettative di alcune persone. Il secondo punto riguarda una cosa che a me, personalmente, è mancata. Nel momento in cui il caso viene risolto, l’autore non fa il classico flashback dell’assassino in cui si scopre come ha fatto ad ammazzare la vittima. Mi è mancata la scena “rivelatrice” del delitto, in poche parole. Nonostante questi due piccoli appunti, trovo che il racconto di Diego Di Dio meriti davvero di essere letto: è scritto bene, coinvolge il lettore e le indagini del commissario Giuliani sono ben rappresentate e seguono un filo logico facilmente comprensibile.

Consigliato!

 

Voto:

4 stelline escrivere.com

timbro escrivere.com

La recensione che avete letto è opera di Silver.

One thought on “Recensione: La bambina della pioggia, di Diego Di Dio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *