Un Carnevale in 10 parole

rp_51yT17lhkjL._SY300_.jpg

Conoscete il detto, no? A carnevale ogni storia vale.

Da noi invece valgono solo quelle che stanno tutte dentro dieci parole.
Sì, abbiamo deciso di dedicare questo mese del nostro #10parole al tema: CARNEVALE A VENEZIA!

Ci siete mai stati? L’avete visto in tv? Avete mai sognato la sua magia e di infilarvi nelle calli con una maschera sul viso?

Ecco a voi le storie create dai nostri utenti!

Buon Martedì Grasso a tutti ^___^

 

 

 

 

Maschere veneziane C

Un cavaliere al ballo

“Madam, permette?” Dice sfilandole la maschera. Era meglio di no. – Giuliana leone

 

Fabrizio in piazza S.Marco

Gli altri giorni mi maschero. Oggi sono donna. Sono io. – Willy

 

La maschera del Diavolo

Scelse Lei tra la gente. La massacrò come un Uomo. – Mid

 

Realtà virtuale

Vedevo mostri ovunque. Planò la colomba e reindossarono le maschere. – Kapello

 

La bauta esplosiva

Su la maschera, dito sul detonatore. Tre… Due… Uno. – Ariendil

 

Desdemona

Piccioni, turisti. Io che cerco la tua magnifica pelle scura. – Willy

 

L’ultimo carnevale

Fuggivamo nei nostri abiti colorati mentre Venezia affondava. – Ariendil

 

Uno striscione al derby Venezia-Mestre di qualche anno fa

Gondolieri pagliacci sempre, noi solo a Carnevale!
Firmato: Tassisti Mestre – Dale

 

Ella fra la gente.

La crinolina sontuosa fa danzar, stupore trapelar fa fra lor. – Decadenza

 

Quasimodo

Mi guardano, fanno complimenti. Credono che possa togliermi la maschera. – Willy

 

Maschere veneziane C

5 thoughts on “Un Carnevale in 10 parole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *