I poeti di È scrivere

Tra i nostri utenti abbiamo persone che non scrivono solo racconti o romanzi, ma che dedicano il loro tempo e la loro arte anche a scrivere poesie. Negli ultimi giorni abbiamo avuto il piacere di leggerne due che ci hanno colpito davvero tanto.  Abbiamo quindi deciso di premiare gli autori pubblicando qui sul blog le loro opere.

La prima è una poesia di Pagu, Paolo Gugnoni, che ha dedicato i suoi versi alla sensualità e all’intimità fra due persone.

In viaggio sul tuo viso*

In viaggio sul tuo viso
come una goccia di sudore
che si ferma sulle tue labbra
aperte dal piacere.

Navigo in quell’idea
che è figlia del tuo amore
,
una barca senza remi
in balia della tua voglia.

Poi ritorno sul tuo viso
in ogni piega che conosco,
un rifugio per i sensi
più di un sogno per la mente.

Mille colori ha il tuo amore
per il mio sguardo che ti tocca
e vede in te il proibito,
un universo da esplorare.

E viaggio sul tuo viso
,
sospinto dalla passione
che diventa una certezza
per un uomo senza meta.

*titolo preso in prestito da una canzone di Alice.

La seconda è un componimento di Naan, Anna, che colpisce chi la legge non solo per le parole scelte, per la musicalità, ma anche per l’argomento trattato.

E DICI D’ESSER UOMO

Mi fidavo delle tue carezze
e tu hai sporcato con violenza
la mia più alta cima,
il mio mare più profondo,
il mio cielo più sereno.
Hai lasciato dentro me
soltanto i tuoi rifiuti
e le macerie mie.

Tu ridi e io ancor tremo
coprendo a stento il mio pudore
mi guardi come fossi un nulla
e dici d’esser uomo!

Complimenti a Naan e Pagu, li ringraziamo per averci regalato delle emozioni attraverso le loro poesie!

 

7 thoughts on “I poeti di È scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *